macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

06/05/22

Lo studio israeliano fornisce una nuova forte evidenza che la vitamina D ha una capacità unica di respingere il CO.VI.D-19

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 


Uno studio appena pubblicato da scienziati israeliani conferma – ancora una volta – che ci sono modi naturali per combattere il COVID-19 senza ricorrere a vaccini dannosi e inutili.

Secondo una ricerca peer-review pubblicata sulla rivista PLOS One la scorsa settimana, gli scienziati israeliani hanno affermato di aver trovato la prova più convincente e convincente fino ad oggi che l'aumento dei livelli di vitamina D aiuta le persone che hanno contratto il virus a ridurre drasticamente il rischio di malattie gravi o morte , riporta The Times of Israel .

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Gli scienziati della Bar Ilan University e del Galilee Medical Center hanno affermato che la vitamina D ha effettivamente un impatto così importante sulla riduzione della gravità della malattia da poter prevedere come le persone infette risponderanno al virus in base ai loro livelli di vitamina e alla loro età, il rapporto è continuato.

E a quel punto, la mancanza di vitamina D aumenta notevolmente il pericolo di ammalarsi gravemente o di morire a causa del COVID, osservano i ricercatori.

Il Times Of Israel osserva inoltre:

Lo studio si basa sulla ricerca condotta durante le prime due ondate di virus in Israele, prima che i vaccini fossero ampiamente disponibili e i medici hanno sottolineato che gli integratori vitaminici non erano un sostituto dei vaccini, ma piuttosto un modo per evitare che i livelli di immunità diminuissero.

La carenza di vitamina D è endemica in tutto il Medio Oriente, incluso in Israele, dove quasi quattro persone su cinque sono a basso contenuto di vitamina, secondo uno studio del 2011. Assumendo integratori prima dell'infezione, tuttavia, i ricercatori del nuovo studio israeliano hanno scoperto che i pazienti potrebbero evitare gli effetti peggiori della malattia.

"Abbiamo trovato straordinario e sorprendente vedere la differenza nelle possibilità di diventare un paziente grave quando si è carenti di vitamina D rispetto a quando non lo si è", ha affermato il dottor Amiel Dror, medico del Galilee Medical Center e Bar Ilan ricercatore che ha preso parte allo studio.

Dror ha continuato dicendo che lo studio del team ha avuto luogo prima che la variante omicron iniziasse a diffondersi, ma ha aggiunto che non importa perché il COVID-19 non cambia fondamentalmente tra le varianti per negare l'efficacia della vitamina D nel respingere malattie gravi.

"Quello che stiamo vedendo quando la vitamina D aiuta le persone con infezioni da COVID è il risultato della sua efficacia nel rafforzare il sistema immunitario per affrontare i patogeni virali che attaccano il sistema respiratorio", ha detto al notiziario israeliano. "Questo è ugualmente rilevante per Omicron come lo era per le varianti precedenti".

I dati su come l'aumento dei livelli di vitamina D possa trattare o prevenire il COVID-19 non sono stati ampiamente riportati, sebbene i funzionari sanitari in Israele e in un certo numero di altri paesi lo abbiano raccomandato per un po' di tempo. Ma ovviamente, la maggior parte della società occidentale è indebitamente influenzata da un'industria dei media corporativi corrotta e da Big Pharma, entrambe a letto con autoritari e politici che hanno un interesse acquisito nel mantenere le persone disinformate e agganciate a trattamenti che producono profitti.

Ad esempio, lo scorso giugno i ricercatori hanno pubblicato quelli che all'epoca erano risultati preliminari, indicando che il 26% dei pazienti COVID-19 è morto se era carente di vitamina D subito prima di essere ricoverato in ospedale. Quello confrontato con solo il 3 per cento che aveva livelli sufficienti o normali della vitamina .

"Hanno anche determinato che i pazienti ricoverati che erano carenti di vitamina D avevano in media 14 volte più probabilità di finire in condizioni gravi o critiche rispetto ad altri", ha riferito il Times of Israel, aggiungendo: "Mentre la comunità scientifica ha riconosciuto l'importanza dei risultati, sono emerse domande sul fatto che le recenti condizioni di salute tra i pazienti potessero distorcere i risultati.

Alcuni ricercatori hanno suggerito che forse la carenza di vitamina D fosse un effetto collaterale del coronavirus e che causando un calo dei livelli, e ciò rendesse i pazienti più suscettibili a gravi infezioni e morte.

Ma il team di Dror ha risposto a questa domanda approfondendo i dati, esaminando i livelli di vitamina D di ciascun paziente nel corso di due anni prima dell'infezione.

"Hanno scoperto che la forte correlazione tra livelli sufficienti di vitamina D e capacità di combattere il coronavirus era ancora valida e il livello di maggiore pericolo nei loro risultati preliminari è rimasto quasi identico", ha riferito l'outlet.

È vero: i trattamenti completamente naturali a basso costo per COVID-19 sono efficaci quanto qualsiasi trattamento Big Pharma. Se il nostro paese avesse media onesti, questa sarebbe una notizia in prima pagina per giorni.

https://www.naturalnews.com/2022-05-04-strong-new-evidence-vitamin-d-fends-off-covid.html


Prodotti consigliati dallo staff di 

Vivere in modo naturale


Lipo Vitamina D
Integratore liposomiale di Rosa Canina, Vitamina E e Vitamina D3
Voto medio su 10 recensioni: Buono
€ 31,50

Vitamina D3 Complex - Integratore di Vitamina D3 da lichene, Vitamina K2
Mantenimento di ossa normali, benessere di unghie e capelli.
Voto medio su 76 recensioni: Da non perdere
€ 29,00

Lipo Vitamina D Naturale
Integratore in Liposomi di Vitamina D, Vitamina D3, Vitamina E e Vitamina C
€ 48,50

D-Natural® - Vitamina D3 da Licheni, Vitamina K2 e Klamin®
Vitamina D3 da licheni (2000 UI per capsula)
€ 28,60

Vitasyg - Kit Integratore di Vitamina D3 + K2Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere
€ 32,00

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

Bill Gates ha avvertito della comparsa di una variante Covid ancora più letale: "Non abbiamo visto il peggio"

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 Il co-fondatore di  Microsoft  ha lanciato una nuova e allarmante "profezia" sulla possibile futura pandemia di Coronavirus . Attualmente, la variante predominante nel mondo è  Ómicron e dall'OMS ha avvertito della sottovariante XE , che è la più contagiosa.

covid-bill-gates-variante-piu-pericolosa
Bill Gates ha rilasciato un nuovo avviso sulla pandemia di coronavirus: cosa ha detto? (immagine illustrativa).


La pandemia di Covid-19 è iniziata più di due anni fa e gli specialisti continuano a mettere in guardia su possibili nuove mutazioni del virus , che ha causato oltre sei milioni di vittime . In questo contesto, il miliardario e filantropo Bill Gates ha avvertito che potrebbe ancora apparire una variante più letale di quelle già note. "Non abbiamo nemmeno visto il peggio del virus", ha detto .

Traduzione a cura di 

Il co-fondatore di Microsoft si è caratterizzato negli ultimi anni per lanciare avvertimenti su possibili catastrofi che metterebbero il mondo sotto "scacco". All'epoca, predisse che sarebbe scoppiata una pandemia a causa di una malattia sconosciuta e alla fine si sarebbe verificata con la comparsa di Sars-Cov-2 .

In questo caso, l'imprenditore ha spiegato che l'attuale pandemia, sebbene sia indebolita dalla presenza di vaccini e rinforzi, le autorità non dovrebbero pensare che sia finita perché  "  rappresenta ancora una minaccia per la società". sulla possibile Emersione di una nuova , ancora più pericolosa variante COVID


Questa previsione è stata fatta prima della presentazione del suo libro "Come prevenire la prossima pandemia" (" Come prevenire la prossima pandemia"). In un'intervista al Financial Times, il magnate ha condiviso la sua prospettiva sulla pandemia. Inoltre, analizzato come è stata la performance dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) durante questo.

“ Siamo ancora a rischio che questa pandemia generi una nuova variante più trasmissiva e ancora più fatale  (...) Non voglio essere la voce del pessimismo, ma è ben al di sopra del 5 per cento di rischio che ciò accada in questa pandemia Non abbiamo nemmeno visto il peggio " , ha detto Gates.

Il filantropo americano ha affermato che molti leader mondiali nutrono ancora dubbi su un possibile consenso internazionale per aumentare i finanziamenti all'Oms, organizzazione che ha sottolineato come " non avendo personale sufficiente per far fronte alla pandemia ".

https://www.cronica.com.ar/mundo/Bill-Gates-advirtio-sobre-la-aparicion-de-una-variante-de-Covid-aun-mas-letal-No-hemos-visto-lo-peor-20220503-0003.html

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

29/04/22

COME ROCKEFELLER HA FONDATO LA MEDICINA MODERNA E UCCISO LE CURE NATURALI

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 



Le persone in questi giorni ti guardano come uno strano se parli delle proprietà curative delle piante o di qualsiasi altra pratica olistica. Proprio come qualsiasi altra cosa, c'è molta politica e denaro dietro il nostro moderno sistema medico.

Tutto inizia con John D. Rockefeller (1839 – 1937), magnate del petrolio, barone rapinatore, primo miliardario d'America e monopolista naturale.

Traduzione a cura di Scie Chimiche: Informazione Corretta

Da worldaffairs.blog

All'inizio del 20° secolo, controllava il 90% di tutte le raffinerie di petrolio negli Stati Uniti attraverso la sua compagnia petrolifera, la Standard Oil, che in seguito fu smantellata per diventare Chevron, Exxon, Mobil ecc.

Olio-standard-Rockefeller

Allo stesso tempo, intorno al 1900, gli scienziati scoprirono i "petrolchimici" e la capacità di creare tutti i tipi di sostanze chimiche dal petrolio. Ad esempio, la prima plastica, chiamata bachelite, è stata prodotta dal petrolio nel 1907. Gli scienziati stavano anche scoprendo varie vitamine e ipotizzavano che molti farmaci potessero essere prodotti dal petrolio.

Questa è stata una meravigliosa opportunità per Rockefeller che ha visto la capacità di monopolizzare le industrie petrolifere, chimiche e mediche allo stesso tempo!

La cosa migliore dei prodotti petrolchimici era che tutto poteva essere brevettato e venduto con alti profitti.

Ma c'era un problema con il piano di Rockefeller per l'industria medica: le medicine naturali/erboristiche erano molto popolari in America a quel tempo. Quasi la metà dei medici e delle facoltà di medicina negli Stati Uniti praticava la medicina olistica, utilizzando le conoscenze provenienti dall'Europa e dai nativi americani.

Rockefeller, il monopolista, ha dovuto trovare un modo per sbarazzarsi della sua più grande concorrenza. Quindi ha usato la classica strategia del "problema-reazione-soluzione". Cioè, crea un problema e spaventa le persone, quindi offri una soluzione (pre-pianificata). (Simile allo spavento del terrorismo, seguito dal "Patriot Act"). (Nei giorni nostri chiamato covid).

Andò dal suo amico Andrew Carnegie - un altro plutocrate che ha fatto i suoi soldi monopolizzando l'industria siderurgica - che ha ideato un piano. Dalla prestigiosa Carnegie Foundation, hanno inviato un uomo di nome Abraham Flexner a viaggiare per il paese e riferire sullo stato delle facoltà di medicina e degli ospedali in tutto il paese.

Ciò ha portato al Rapporto Flexner , che ha dato vita alla medicina moderna come la conosciamo.

Inutile dire che il rapporto parlava della necessità di rinnovare e centralizzare le nostre istituzioni mediche. Sulla base di questo rapporto, più della metà di tutte le facoltà di medicina furono presto chiuse.

L'omeopatia e le medicine naturali furono derise e demonizzate; e i medici furono persino incarcerati.

Per aiutare con la transizione e far cambiare idea ad altri medici e scienziati, Rockefeller ha donato più di 100 milioni di dollari a college e ospedali e ha fondato un gruppo di facciata filantropico chiamato "General Education Board" (GEB). Questo è il classico approccio carota e bastone.

In brevissimo tempo le facoltà di medicina furono tutte razionalizzate e omogeneizzate. Tutti gli studenti stavano imparando la stessa cosa e la medicina consisteva nell'uso di farmaci brevettati.

Gli scienziati hanno ricevuto enormi sovvenzioni per studiare come le piante curavano le malattie, ma il loro obiettivo era prima identificare quali sostanze chimiche nella pianta fossero efficaci e quindi ricreare una sostanza chimica simile, ma non identica, in laboratorio che potesse essere brevettata.

Una pillola per un malato divenne il mantra della medicina moderna.

E tu pensavi che i fratelli Koch fossero malvagi?

Quindi, ora, 100 anni dopo, stiamo sfornando medici che non sanno nulla dei benefici della nutrizione o delle erbe o di qualsiasi pratica olistica. Abbiamo un'intera società che è schiava delle corporazioni per il suo benessere.

L'America spende il 15% del suo PIL per l'assistenza sanitaria, che in realtà dovrebbe essere chiamata "assistenza ai malati". Non si concentra sulla cura, ma solo sui sintomi , creando così clienti abituali. Non esiste una cura per il cancro, il diabete, l'autismo, l'asma e nemmeno l'influenza.

Perché dovrebbero esserci cure reali? Questo è un sistema fondato da oligarchi e plutocrati, non da medici.

Per quanto riguarda il cancro, oh sì, l' American Cancer Society è stata fondata nientemeno che da Rockefeller nel 1913.

In questo mese di sensibilizzazione sul cancro al seno, è triste vedere persone sottoposte al lavaggio del cervello per chemioterapia, radioterapia e chirurgia.  Ma ecco una citazione di John D. Rockefeller che riassume la sua visione dell'America..

"NON VOGLIO UNA NAZIONE DI PENSATORI.

VOGLIO UNA NAZIONE DI LAVORATORI"

nessun pensatore

Autore: Chris Kanthan


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

I partecipanti agli studi clinici di MRNA Booster Shot di Moderna continuano a morire

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 E Moderna continua a oscurare le loro morti.


La scorsa settimana, Moderna ha rivelato un decesso nel suo ultimo processo di richiamo in un unico grafico a pagina 49 di un rapporto di 53 pagine, mentre altrove nel rapporto affermava in modo impreciso che il processo "non ha avuto eventi fatali".

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Oggi, un lettore ha sottolineato  un altro  decesso in un precedente processo di richiamo di Moderna, questo per arresto cardiaco in un uomo di 72 anni. La vittima aveva ricevuto la sua terza dose o "richiamo" nove giorni prima.

La morte sembra essere avvenuta nell'agosto 2021, almeno sei settimane prima che la Food and Drug Administration tenesse un'udienza in ottobre per discutere l'autorizzazione di un richiamo di Moderna a una dose inferiore a quella utilizzata nel processo di agosto.

Ma la morte non è stata menzionata in udienza.

Invece, Moderna ha rivelato silenziosamente la morte il mese scorso in un rapporto sul processo pubblicato su un server di "prestampa". Quasi nessuno sembra aver visto il rapporto. La versione full-text del rapporto, in cui è possibile trovare una descrizione della morte, era stata visualizzata online meno di 70 volte a partire da questa mattina.

Il rapporto rivela anche un ictus subito da un altro partecipante al processo.

Da notare che entrambe le vittime erano uomini sulla settantina, sebbene solo circa 50 dei 305 partecipanti allo studio fossero uomini di età superiore ai 65 anni. L'ictus si è verificato solo quattro giorni dopo la dose di richiamo di mRNA.

La società ha affermato che i suoi investigatori credevano che il richiamo avesse causato l'ictus ma non l'arresto cardiaco; non offriva dettagli su come fossero giunti a tale conclusione. Nessun investigatore esterno sembra aver esaminato nessuno dei due casi.

FONTE


Moderna ha iniziato la sperimentazione, che ha chiamato Studio P205, il 3 agosto 2021 per testare una dose di richiamo di mRNA da 100 microgrammi. Quel dosaggio equivalente alla quantità di mRNA utilizzata nei due vaccini originali e più di tre volte più alto dell'mRNA utilizzato da Pfizer e BioNTech nel loro colpo.

Moderna aveva già provato una dose di richiamo più piccola da 50 microgrammi in una prova di richiamo iniziata nella primavera del 2021.

Ma entro la metà dell'estate 2021, i dati di Israele e Gran Bretagna avevano mostrato che i vaccini di mRNA stavano fallendo, specialmente contro l'allora comune variante Delta. La società sperava che una dose più potente potesse portare a più anticorpi anti-spike-proteina e una protezione più forte contro Sars-Cov-2.

Tra il 3 agosto e il 16 agosto, i ricercatori della sperimentazione clinica hanno arruolato 305 persone nella sperimentazione da 100 microgrammi. Tutti avevano fatto parte dello studio clinico cardine di Moderna su 30.000 persone che ha portato all'approvazione originale del regime a due dosi e tutti avevano ricevuto due dosi.

Il booster da 100 microgrammi ha prodotto più anticorpi proteici anti-spike rispetto alla dose da 50 microgrammi nel primo test di richiamo di Moderna. Ma ha anche prodotto più effetti collaterali rispetto alla dose più bassa e più effetti collaterali anche rispetto alla seconda dose del regime originale.

Nel rapporto del processo, gli investigatori sono apparsi preoccupati per il livello degli effetti collaterali e li hanno menzionati nella prima frase dei risultati. Hanno suggerito che la dose di 100 microgrammi fosse considerata solo "quando suscitare una risposta anticorpale potrebbe essere difficile come in ospiti moderatamente o gravemente immunocompromessi".


In definitiva, Moderna non ha chiesto alla FDA di autorizzare un'iniezione di richiamo da 100 microgrammi.

Invece, il 1 settembre, ha chiesto un booster da 50 microgrammi. Nell'udienza del 14 ottobre, ha presentato i dati dello studio di richiamo della primavera 2021, chiamato 201B. Quello studio ha incluso solo 171 persone che avevano ricevuto un richiamo di 50 microgrammi dopo il regime primario di 100 microgrammi. Non ha riportato decessi o gravi eventi avversi, secondo i dati che la FDA ha presentato a un comitato consultivo il 14 ottobre.

Il panel della FDA ha votato all'unanimità per raccomandare il booster Moderna da 50 microgrammi per le persone immunocompromesse o con più di 65 anni. Alla fine di novembre, la FDA ha esteso l'autorizzazione del booster a tutti gli adulti.

Ma una dose di richiamo non si è dimostrata più efficace delle prime due nel fornire una protezione duratura contro Covid.

Pertanto, il 29 marzo, la FDA ha autorizzato una  seconda  dose di richiamo da 50 microgrammi, nonché una seconda dose di richiamo di Pfizer, per gli adulti di età superiore ai 50 anni.

Per giustificare la sua raccomandazione, che porterà gli adulti a ricevere l'equivalente della dose di 100 microgrammi che ha causato l'ictus nello studio di agosto, la FDA si è basata sui dati di sicurezza del vaccino Pfizer, un prodotto diverso somministrato a una  dose più bassa  , nonché uno studio condotto in modo indipendente in cui il vaccino Moderna COVID-19 è stato somministrato come seconda dose di richiamo a 120 partecipanti di età pari o superiore a 18 anni che avevano ricevuto una serie primaria a due dosi e una prima dose di richiamo del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 almeno 4 mesi prima. Non sono stati segnalati nuovi problemi di sicurezza durante un periodo fino a tre settimane di follow-up dopo la seconda dose di richiamo.

Sì. Hai letto bene.

Anche se gli stessi scienziati di Moderna riconoscono che i vaccini di mRNA dell'azienda hanno una tossicità dose-dipendente, la FDA ha detto a oltre 100 milioni di americani che potrebbero prendere un altro vaccino sulla base di uno studio che ha riguardato  120  persone. E ha seguito la loro sicurezza per tre settimane.

Cosa potrebbe andare storto?

Alex Berenson è un ex giornalista del New York Times e autore di 13 romanzi, tre libri di saggistica e opuscoli di Unreported Truths. Il suo ultimo libro, PANDEMIA, sul coronavirus e la nostra risposta ad esso, è stato pubblicato il 30 novembre. Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Unreported Truths .

Abbiamo bisogno del tuo supporto per portare avanti il ​​nostro giornalismo indipendente e investigativo basato sulla ricerca sulle minacce dello Stato profondo che l'umanità deve affrontare. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a rimanere a galla. Si prega di considerare di supportare GreatGameIndia.
https://greatgameindia.com/participants-mrna-trials-dying/
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;