< Medic Bunker La Verità

16/04/19

Fake News: Madagascar 1.200 morti per epidemia di Morbillo.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina

Fake News di Stato: Madagascar 1.200 morti per epidemia di Morbillo.


Tutti allineati i foraggiati pennivendoli di stato per enfatizzare tramite il terrorismo mediatico alla vendita dei vaccini contro il morbillo, che poi sono trivalenti e quadrivalenti, quindi + vaccini in uno che è = a + danni verso le povere creature vittime di questi soprusi. Lo Stato vede solo al guadagno evidentemente enfatizzando in maniera irrealistica notizia di altri paesi causandogli anche gravi danni nel turismo.


Oggi giorno non si guarda più in faccia nessuno, pur di vendere dei vaccini SPORCHI si sono andate a coprire anche le morti per essi etichettati dalla mafia medica come Sids (morte in culla). 



Siamo in un governo dittatoriale dall'inizio in cui certa gentaglia come Burioni si sia unito ai pagliacci del Cicap per farsi forza e alla mafia del Pd che ha accolto la maxi mazzetta della Glaxo sotto il governo Renzi, che ha fatto solo dei danni enormi al paese e agli italiani stessi appunto, con dei vaccini sperimentali previa mazzetta Glaxo e da poco si è unita anche la mazzetta di Gates come egli aveva promesso.



La magistratura sembra far finta di non vedere tutti questi criminali coinvolti in sporchi conflitti di interesse. Cicap, Pierluigi Lo palco, Guido Silvestri,Roberto Burioni, Salvo Di Grazia Medbunker, Michelangelo Coltelli Butac, Gerardo D'amico Rete Informazione Vaccini - RIV ,Condividi la scienza,IoVaccino, antibufale e vari pennivendoli complici infiltrati nelle testate dei quotidiani nazionali.

Queste MERDE trovano anche il coraggio poi di smentire addirittura le ricerche indipendenti e le inchieste giornalistiche sulla medicina etichettandole come "bufale" ovvero "falsità".

Dio dacci un segnale, manda all'inferno da dove sono arrivati, tutti questi farabutti.



Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/04/fake-news-di-stato-madagascar-1200.html
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

10/04/19

Burioni nega che esista il vaccino del morbillo. Figuraccia da competente

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina

Fonte: La Verità

ANCHE I COMPETENTI SBAGLIANO, PURE SE SI CHIAMANO ROBERTO BURIONI. STAVOLTA IL VATE DELL'IMMUNOLOGIA, AL CUI COSPETTO OGNI DISSIDENTE VIENE IMMEDIATAMENTE ETICHETTATO COME UN SOMARO O UN BABBEO, HA PRESO UNA BELLA CANTONATA. 

A proposito dell'intenzione espressa dal presidente della Commissione Sanità del Senato, Pierpaolo Sileri, di modificare il Ddl vaccini introducendo l'obbligo di fornire certificazione scolastica solo per il morbillo, Burioni ha twittato furente: «Da oggi in poi non commenterò più le giravolte politiche sui vaccini, perché cambiare idea due volte al mese va bene, tre volte al giorno no. Ps: informo che il vaccino contro il solo morbillo non esiste, non esisterà mai e se un dì esistesse se lo inietterebbero solo i pazzi». Stravolto dalla linea soft annunciata dalla maggioranza, il prof si sfoga sui social network, cercando conforto tra i suoi fan. Le cose però non vanno esattamente come previsto.

Sorvoliamo per un attimo sul giudizio politico espresso dal professor Burioni. La modifica allo studio della maggioranza, infatti, mette in discussione solo la necessità di presentare la certificazione scolastica. Come spiega lo stesso Sileri, «l'emendamento non toglie l'obbligo di vaccinazione ma lascia solamente la sanzione amministrativa e rimuove l'esclusione da scuola. Ma potrebbe dunque essere necessario, come stiamo valutando, lasciare l'obbligo per il morbillo che pone maggiori problemi in questo momento».

Concentriamoci piuttosto sulla seconda parte del tweet: secondo l'immunologo il vaccino monovalente contro il morbillo «non esiste e non esisterà mai».

Nel profluvio digitale che segue, gli epiteti per i fautori della proposta si sprecano: ignoranti, mentecatti, pazzi, incompetenti, cialtroni, e via dicendo. Qualche coraggioso utente prova a sfidare il dogma dell'infallibilità burioniana e alza la mano per contestare l'affermazione. Più di uno, infatti, ricorda di essere stato vaccinato (o di aver fatto vaccinare i figli) per il solo morbillo. Era forse acqua quella contenuta nella siringa? No, ammette Burioni, quel preparato «esisteva, ora non esiste più».

Come si legge sul sito dell'Agenzia del farmaco, attualmente in Italia non è consentita la commercializzazione dei monocomponenti contro la difterite, la pertosse, la rosolia, la parotite e lo stesso morbillo. Ma stando alla banca dati della stessa Aifa, nel nostro Paese erano in commercio ben quattro farmaci basati sul principio attivo del vaccino morbilloso vivo: l'Attenuvax e il Rouvax (prodotti da Msd), il Morbilvax (Gsk) e il Moraten Berna (Crucell). Oggi questi medicinali risultano revocati, ma almeno fino ai primi anni Duemila erano in vendita. La questione assume già tutta un'altra prospettiva.

Alla domanda circa il motivo medico per cui il monovalente non esista, Burioni si affretta a definire la questione un «discorso complicato» e rimanda alla pubblicazione di un post sul suo sito Medicalfacts.it. Secondo l'americano Center for disease control, la ragione è molto semplice: con l'andare del tempo l'industria farmaceutica si è concentrata sulla produzione dei vaccini polivalenti per diminuire il numero di iniezioni alle quali vengono sottoposti gli infanti ed evitare la diminuzione delle coperture degli altri due vaccini spesso associati con il morbillo, vale a dire l'antiparotite e l'antirosolia.

Una volta appurato che il monocomponente non è un pensiero partorito dalla mente malata di qualche ignorante no vax, bensì un farmaco realmente esistito, facciamo un'altra sensazionale scoperta: il vaccino monovalente per il morbillo esiste ancora! A fare bella mostra di una confezione del Measles vaccine live bp (cioè lo stesso dispositivo di cui stiamo parlando) in un video pubblicato su Facebook è un altro medico, il pediatra Eugenio Serravalle. «Il vaccino monocomponente contro il morbillo esiste», spiega Serravalle, «si trova a Roma alla farmacia internazionale del Vaticano o pochi chilometri dopo aver varcato il confine con la Svizzera. È liberamente in commercio con presentazione di ricetta medica».

Insomma, nell'era della globalizzazione si può dire che basta girare l'angolo per trovare questo prodotto. Un altro utente, su Twitter, posta un link che rimanda a un sito indiano nel quale è possibile acquistare il monovalente del morbillo per 120 sterline. La frittata è fatta. Messo alle strette, il professore reagisce come gli è più congeniale, vale a dire insultando: «Il vaccino monovalente contro il morbillo che qualche babbeo vi mostra trionfante esiste, ma in India. Prodotto dal Cyrus Poonawalla Group. Buon viaggio ai volenterosi». Non vogliamo deludere Burioni, ma la fiala è disponibile per la spedizione intercontinentale, dunque chiunque se la può far recapitare comodamente a domicilio. E non vogliamo entrare nemmeno nella polemica sull'utilità di questa o quella formulazione.

Oltralpe, per esempio, la produzione del Rouvax è stata interrotta nel 2017, ma se ne conservano scorte dal momento la sua somministrazione è addirittura raccomandata per i bambini compresi tra i 6 e gli 8 mesi. La stessa Organizzazione mondiale della sanità, pur precisando che molti Paesi preferiscono la formula combinata con altri vaccini, conferma l'esistenza del monovalente. Babbei anche loro?
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

24/03/19

Fedriga prende la varicella e il cattedratico Roberto Burioni fa un appello! (ALL'ANIM' 'E CHI TE' E' MUORT! CIT)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina
Varicella: appello dalla Morte Roberto Burioni (NON medico)



Varicella: questo l'appello del cattedratico (NON medico) Roberto Burioni.

"Questa volta parlo a voi, adulti come me. Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini (e la mamma che vi dice tranquillo l’hai avuta, e neanche il librettino con la scritta del medico che vi ha visitato vi offre questa certezza), io vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché, ve lo garantisco, la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole". "Nel migliore dei casi - continua il professore - passate quindici giorni a grattarvi come i pazzi, nel peggiore possono accadere tanti guai, che non sto a elencare, ma che potete evitare con una semplice, sicura ed efficace vaccinazione. Se poi oltre a essere adulti siete donne in età fertile, ricordate che contrarre la varicella mentre si aspetta un bambino non è un guaio: è una tragedia.
Poi vedete voi. Negli ospedali non mancano mai pazienti ricoverati, perché non si sono vaccinati e che stanno soffrendo pene dell’inferno a causa di una varicella: vedete voi se volete essere uno di questi".

Dopo questo appello di questo sciagurato egoista cattedrato NON medico) adepto di Big Pharma, vi lascio con questa frase di Olivier H.Beauchesne.

"Chi crede che con il denaro si possa fare di tutto è indubbiamente pronto a fare di tutto per il denaro."
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

20/03/19

Vaccini: La ricerca dell'associazione Corvelva rivela risultati molto inquietanti, come un "composto solido di struttura chimica sconosciuto" trovato nel primo vaccino analizzato.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina



VACCINI: LA RICERCA DELL'ASSOCIAZIONE CORVELVA RIVELA RISULTATI MOLTO INQUIETANTI, COME UN "COMPOSTO SOLIDO DI STRUTTURA CHIMICA SCONOSCIUTO" TROVATO NEL PRIMO VACCINO ANALIZZATO.

Vaccini: scoperchiato il vaso di Pandora…

Di Marcello Pamio.

Al peggio si dice non c’è mai limite. E forse il vecchio saggio ha ragione…

L’associazione Corvelva mette a segno l’ennesimo colpo. 
Non si tratta di una rapina a siringa armata, - anche se questa c’entra eccome - ma delle analisi chimiche vaccinali.
Precedentemente, utilizzando la Next Generation Sequencing, una tecnica irraggiungibile dal punto di vista economico fino poco tempo fa, sono state analizzate le impurità biologiche contenute in sette vaccini diversi. Ne abbiamo già parlato ma è bene ricordare che i risultati hanno sottolineato non poche preoccupazioni: quantità abnormi di frammenti di DNA umano e animale, modifiche del genoma, mutazioni dei virus o virus (come quello della rosolia e della polio) misteriosamente non presenti.

Ora invece la lente è stata puntata (sempre a pagamento mediante il sistema di elaborazione dati SANIT) sulla composizione chimica di due lotti del vaccino tetravalente Priorix Tetra della GSK.
I risultati, anche se sono preliminari, squarciano uno scenario agghiacciante.
Oltre alla chimica che vedremo a breve, in entrambi i lotti sono stati rilevati frammenti peptidici associati a proteine potenzialmente provenienti dal processo di purificazione: «Sarcoplasmic calcium-binding protein», «Actina» e «Vimentina». La prima è notoriamente allergenica, mentre le altre due sono sostanze di origine animale: pollo la vimentina e bovino l’actina.
La cosa che è balzata subito agli occhi è che i due lotti (del medesimo vaccino) presentano diversità importanti: i «segnali», cioè i «composti» contenuti in un caso sono 115 e nell’altro 173.

E’ normale che due vaccini identici, prodotti dalla medesima azienda, presentino al loro interno una così alta differenza? Stiamo parlando di «tracce» che il laboratorio ha rilevato sotto forma di un determinato peso molecolare. Uno specifico peso molecolare corrisponde a una o più sostanze chimiche o a combinazioni delle stesse.
Queste sono quantificabili in uno spettro che va dai nanogrammi (miliardesimo di grammo) ai microgrammi (milionesimo), quindi molto ampio.
Ma il punto nodale è che queste «contaminazioni» NON dovrebbero essere presenti all’interno di un vaccino che verrà inoculato nel corpicino in crescita di un neonato.
Se verranno confermate dalle ulteriori analisi in atto, queste sostanze sono associabili ad antibiotici, farmaci, diserbanti, erbicidi, acaricidi, metaboliti della morfina…


Qualche nome? Stiamo parlando di «robetta» chimica come: 
Morfamquat un erbicida, Cyflumetofen acaricida, Amoxicillina antibiotico, 3-Methyleneoxindole un antivirale, metaboliti batterici, umani e di piante. Ma poi risulterebbero farmaci come Tamsulosin un alfabloccante, Sildenafil meglio noto come Viagra della PfizerGabapentin un antiepilettico, Atovaquone farmaco per la malaria, l’AMD-070, farmaco sperimentale per l’HIVFluchloralin un erbicida a base del pericolosissimo FluoroVigabatrin, un antiepilettico della Sanofi-Pasteur, il Viagra della Pfizer.
Mi fermo qua, ma penso sia più che sufficiente per comprendere che più ci si addentra tra le molecole e gli atomi di questi farmaci, più il quadro si tinge di colori molto foschi.
Ma oramai il vaso di pandora, grazie alle analisi eseguite privatamente dal Corvelva, è stato scoperchiato, e anche se molto rimane ancora da scoprire e spiegare, non è più possibile tornare indietro.

Non è più possibile dire che non lo si sapeva, non è più ammissibile per le agenzie di controllo fare finta di niente, o mostrare le classiche orecchie da mercante girandosi dall’altra parte. Esattamente come ha fatto l’EMA europea dopo aver ricevuto gli esiti delle precedenti analisi.

Ora tra le mani avete una bomba pronta a deflagrare, per cui sta a voi gestirla nel miglior modo possibile: continuare a spalleggiare e aiutare coloro che vi finanziano, cioè le lobbies della chimica e farmaceutica, col rischio però che vi esploda in faccia, oppure portare avanti quella che dovrebbe essere la vostra unica missione: salvaguardare la salute di milioni di persone, bambini soprattutto in primis...


Per gli esami completi:

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2018/12/vaccini-la-ricerca-dellassociazione.html
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;

19/03/19

Sempre più prove che i vaccini fanno male: I soggetti vaccinati hanno più probabilità di infettare gli altri.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina
Sempre più prove che i vaccini fanno male: I soggetti vaccinati hanno più probabilità di infettare gli altri.

Vaccine-Working-Nurse-Tetanus-Flu-Influenza-Medicine

LA PROPAGANDA PRO-VACCINO FA SEMBRARE CHE I PRESUNTI BENEFICI DELL'INOCULAZIONE SIANO IRREFUTABILI, MA LA RICERCA CONTINUA A DIMOSTRARE CHE I VACCINI NON SONO ALTRETTANTO SICURI ED EFFICACI DI QUELLO CHE LA BIG PHARMA VUOLE CHE TU CREDA. 

Mentre l'industria farmaceutica e le sue marionette dichiarano che i loro preziosi vaccini sono infallibili, gli studi dimostrano che i vaccini non solo non riescono a produrre l'immunità, ma possono addirittura favorire la diffusione della malattia. Infatti, ci sono oltre 600 studi che mettono in evidenza i numerosi fallimenti dei vaccini.




Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com


Con l'attuale dogma vaccinale, qualsiasi ricerca che indichi l'inefficacia del vaccino o il danno del vaccino è una "notizia falsa". La tirannia medica sta salendo a nuove vette, con giganti dei social media come Facebook che dichiarano guerra alla libertà di salute e annullano la diffusione di informazioni dissenzienti. Chiunque si allontani dalla "linea del partito" è ora soggetto a censura, assassinio di personaggi e pubblico disonore.
Non c'è da meravigliarsi se le persone si stiano lentamente lentamente svegliando, scoprendo la verità, che le opinioni convenzionali sui vaccini si basano su menzogne ​​finanziate dall'industria e nient'altro.



I VACCINI DIFFONDONO LA MALATTIA, LA RICERCA MOSTRA

Come rivela un nuovo rapporto pubblicato recentemente negli  Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d'America , la vaccinazione può sostanzialmente aumentare la diffusione della malattia. Come spiegano le fonti, il team di ricercatori ha scoperto che i vettori influenzali espirano quantità significative di influenza virale. In realtà, semplicemente espirare è una via più "efficace" di diffusione dell'influenza che starnutire, quindi anche se non sei sintomatico, stai effettivamente diffondendo il virus.

Questo fatto diventa molto più agghiacciante se combinato con altri ricercatori  : le persone vaccinate perdono oltre sei volte la quantità di virus influenzale infettivo rispetto agli individui non vaccinati. Il team ha riferito che c'erano "6.3 (95% IC  1.9-21.5) volte più spargimenti di aerosol tra i casi con vaccinazione nella stagione attuale e precedente rispetto a non avere vaccinazione in quelle due stagioni".

Come sostengono fonti , questi risultati indicano che la vaccinazione antinfluenzale potrebbe non essere solo inefficace, ma in realtà dannosa in termini di diffusione della malattia. Piuttosto che prevenire la malattia, sembra che le inoculazioni influenzali contribuiscano alla diffusione dell'influenza e possano effettivamente contribuire all'insorgenza della malattia. In effetti, le persone vaccinate contro l'influenza diffondono il 630% in più di particolato virale rispetto ai loro coetanei non adulterati.

Mike Adams, fondatore di  Natural News e creatore di Brighteon.com , sostiene ulteriormente:

Questo significa - preparati a questa realizzazione - che  il modo più responsabile per evitare di infettare altre persone è EVITARE di essere vaccinato con vaccini antinfluenzali .

"Le persone ricevono i vaccini antinfluenzali [sic], in altre parole, sono spargitori irresponsabili dell'influenza. Sono quelli che fanno ammalare altre persone, proprio come abbiamo osservato per anni."

Il vaccino antinfluenzale è stato pesantemente esaminato in passato per la sua mancanza di efficacia ; qualche anno fa il vaccino era così cattivo che persino il CDC non aveva altra scelta che scusarsi per il loro enorme fallimento. Ma al di là della palese mancanza di prove che i vaccini antinfluenzali effettivamente funzionino, ci sono prove sostanziali che i vaccini antinfluenzali sono pericolosi. 

Molti studi hanno dimostrato che la vaccinazione contribuisce alla diffusione della malattia e, ancor più allarmante, c'è sempre il rischio di eventi avversi.Alla fine del 2018, una vittima di un vaccino antinfluenzale fu lasciata incapace di camminare, parlare o respirare da sola . E questo è ciò che la medicina moderna impone come il suo Santo Graal?Sotto il dogma pro-vaccino, è permessa una sola opinione - e questa opinione è che i vaccini sono infallibili. Esiste una vera e propria montagna di prove contrarie, eppure, la maggior parte del mainstream delle medicine tradizionali si rifiuta persino di riconoscere la  possibilità che abbiano torto. I fautori dell'industria del vaccino e dei loro burattini sono intenzionati a mettere a tacere tutte le voci dissenzienti e ad eliminare ogni traccia di scetticismo sui vaccini da Internet, ed è ora di chiedersi perché.

Vedi più copertura dell'ultima verità sui vaccini su Vaccines.news .

Le fonti per questo articolo includono:


Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/03/sempre-piu-prove-che-i-vaccini-fanno.html
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;